Cookie - Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

HS-F 3000 - Fresatrice automatica a due frese per acciai e ghise

  • LogoRappresentata

Descrizione

La fresa a tre assi HS-F 3000 permette la preparazione in automatico dei provini di acciaio e ghisa per l'analisi OES o XRF. La preparazione automatica garantisce risultati rapidi ed estremamente riproducibili; la possibilità inoltre di regolare tutti i parametri di fresatura in funzione del tipo di materiale, in combinazione con la varietà di utensili disponibili, assicura il massimo grado di flessibilità. L'interfaccia operatore è chiara e di facile utilizzo così da permette all'utilizzatore di impostare comodamente tutti i parametri di preparazione. L'unità è dotata di tutti i dispositivi di sicurezza per garantire la protezione dell'operatore, inoltre gli sfridi della lavorazione vengono raccolti in un apposito contenitore facilmente svuotatile. La testa di fresatura può essere equipaggiata con un'ampia gamma di placchette da taglio, così da garantire la preparazione ottimale di provini di acciaio di diverso grado di durezza. Grazie alla robustezza della costruzione anche gli acciai più duri e la ghisa possono essere preparati senza problemi. Il sistema automatico di cambio degli utensili, permette inoltre il setup della macchina con sei diverse teste di fresatura senza alcun intervento da parte dell'operatore. La disponibilità di un terzo asse permette la preparazione ottimale della superficie del provino da analizzare, inoltre permette la sbavatura di campioni ovali, quadrati, rotondi e a doppio spessore. L'unità è controllata da un PLC Siemens Simatic S7 che garantisce una preparazione automatica esente da errori, inoltre all'interno del pannello operatore è possibile salvare fino a 18 programmi. La sequenza automatica della preparazione è la seguente: Introduzione del campione da parte dell'operatore o da un sistema automatico (robot o nastro) Selezione automatica dell'utensile di preparazione in funzione del tipo di campione introdotto Lavorazione del provino (più utensili possono essere usati in sequenza all'interno di uno stesso programma per una preparazione ottimale) Sbavatura dello stesso, se necessario Durante la lavorazione il campione è raffreddato utilizzando aria compressa Uscita del campione pronto per l'analisi Gli sfidi di lavorazione possono essere raccolti per l'analisi dei gas L'unità è stata progettata per la facile integrazioni in automazioni, siano esse lineari o robotiche. La costruzione della macchina permette una perfetta preparazione dei provini in tempi rapidissimi ottimizzando così i processi tipici dei laboratori delle moderne acciaierie.